ENTRATA IN FUNZIONE LA CAMERA PRISMA DELLA TORRE DEL SOLE

Il 28 febbraio 2018 è finalmente entrata in funzione la telecamera installata alla Torre del Sole nel quadro del Progetto Prisma.
L'immagine che vedete qui a fianco è la prima immagine registrata nella mattinata del 28 febbraio 2018. Cliccando sull'immagine potrete vedere l'immagine attuale (le immagini vengono aggiornate ogni 30 minuti).
Cliccando invece QUI visualizzerete l'intera mappa aggiornata della rete PRISMA.

Cos'è PRISMA?
Il Progetto PRISMA (Prima Rete Italiana per la Sorveglianza di Meteore e Atmosfera) è una collaborazione che coinvolge non soltanto istituti di ricerca come l'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e le università, ma anche gruppi astrofili, osservatori astronomici e meteorologici, istituti scolastici e anche singoli cittadini.
Prevede la realizzazione di una rete di telecamere "all-sky", cioè con obiettivi grandangolari in grado di osservare l'intera volta celeste, disposte su tutto il territorio nazionale.
I dati raccolti da tutte le camere confluiranno in un computer centrale per la successiva analisi e servirano in particolare a rilevare le tracce visibili di meteore molto luminose, (chiamate bolidi) per poterne determinare le orbite, e quindi la provenienza, e per calcolare con buona approssimazione il luogo di caduta di eventuali frammenti, così da facilitarne il ritrovamento.

Cosa sono Meteore, Meteoriti e Bolidi?
Le meteore sono piccoli oggetti rocciosi e metallici provenienti dallo spazio che quotidianamente cadono sulla Terra. In un anno si tratta di alcune migliaia di tonnellate di materiale.
Quando questi "meteoroidi" penetrano nell'atmosfera, a velocità di alcune decine di chilometri al secondo, si genera un calore fortissimo a causa dell'attrito dovuto allo sfregamento con le molecole d'aria.
Se il meteoroide è molto piccolo, può essere completamente vaporizzato ad alta quota, generando una scia luminosa che viene comunemente chiamata "stella cadente", mentre il nome corretto è "meteora".
A volte, se il meteoroide è di dimensioni maggiori, può frammentarsi durante la caduta ed emettere una scia talmente luminosa da illuminare a giorno per qualche istante l'oscurità della notte, o tale da renderla visibile anche nel cielo diurno.
Si parla in questo caso di "bolidi", in inglese fireball.
Può accadere che alcuni frammenti di questi bolidi riescano a raggiungere il suolo dove possono essere ritrovati e raccolti.
L'analisi di questi oggetti ci permette di conoscere meglio la composizione del materiale primordiale del nostro sistema solare.

L'acquisto della telecamera e dell'elettronica di controllo della stessa, è stato possibile grazie a tutti gli amici della Torre del Sole che a febbraio 2017 hanno contribuito finanziariamente con le loro donazioni alla concretizzazione di questo progetto.
Un grosso ringraziamento da parte di tutto lo staff delle Torre del Sole.

Virtual Tour

virtualtour

Geolocalizzazione

Il Parco Astronomico Finalità ed obiettivi Organizzazione La storia Il Progetto Prisma
Come arrivare
Scuole Gruppi/Associazioni Pubblico Feste di compleanno CRE - GREST CAMPUS estivi
Cielo di Novembre
Eventi News
Il negozio Telescopi Binocoli Microscopi Libri Gadget e giochi scientifici Assistenza tecnica telescopi
Il Sole Luna Pianeti Stelle Nebulose Galassie Tour virtuale Astronomia e Arte Kenya - La Torre del sole all'equatore