Nebulosa di Orione M42



Le nebulosa di Orione è un oggetto visibile ad occhio nudo, essendo una delle nebulose più brillanti del cielo ed è posta a Sud del famoso asterismo della cintura di Orione, al centro della Spada di Orione. Orione è una costellazione invernale tra le più famose.

La nebulosa si trova a una distanza di circa 1 270 a.l. dal nostro pianeta e si estende per circa 24 anni luce. Si tratta di una regione del cielo molto studiata dagli astronomi per i fenomeni dinamici che avvengono al suo interno tra cui la formazione di nuove stelle accompagnate da intensi movimenti di gas e polveri.

E' l'oggetto più fotografato del cielo, ma le fotografie migliori, scattate da telescopi potenti, tra cui il Telescopio Spaziale Hubble, mostrano stelle circondate da nubi di polveri e gas, probabilmente il primo stadio della formazione di un sistema planetario.
La Nebulosa di Orione contiene al suo interno un ammasso aperto di giovani stelle noto come Trapezio.


Takahashi FSQ 106 EDXIII
Moravian G2 8300
Montatura SW AZEQ6
H-Alpha 10x30s 10x300s 8x900s
Luminanza 10x5s 10x45s 10x240s (Cortesia Efrem Frigeni)
RGB 10x40s 10x300s

Elabirazione Pixinsight 1.8 Photoshop


Autore: Massimiliano Zulian (Parco Astronomico la Torre Del Sole-Circolo Astrofili Bergamaschi)

Nebulosa Nord America (anche nota con le sigle NGC 7000 e C 20) è una nebulosa a emissione visibile nella costellazione del Cigno, vicino a Deneb (la coda del cigno e la sua stella più brillante). La forma della nebulosa disegna il continente nordamericano, soprattutto la costa est, tra il Golfo del Messico e la Florida.

Strumentazione
Takahashi FS 78 f/5
6 pose 800 Iso
Canon 1100d jtw

Autore:
Massimiliano Zulian
Parco Astronomico La Torre Del Sole Brembate Di Sopra ..
(Circolo Astrofili Bergamaschi)

IC 434 Nebulosa Testa Di Cavallo Fiamma

IC 434 Nebulosa Testa Di Cavallo - Fiamma, Ripresa dai Piani Del Avaro (Bg) il 20/12/2016

Takahashi FSQ 106 EDXIII f.5
12 x 900" H-Alpha
6 x 600" R
6 x 600" G
6 x 600" B
Moravian G2 8300
Montatura Skywhatcher Azeq6

Autore: Massimiliano Zulian Parco Astronomico La Torre Del Sole
(Circolo Astrofili Bergamaschi)

VDB142

VDB142 una parte della Nebulosa IC 1396 nella costellazione del Cefeo.


Tecnica di elaborazione Hubble Palette
filtri utilizzati per le riprese
H-alpha 12 x 1200 sec
OIII 11 x 900 sec
SII 11 x 900 sec
Takahashi FSQ 106
CCD Moravian g2 8300
Montatura skywhatcher AZEQ6
Elab Pixinsight, Photoshop



Autore: Massimiliano Zulian Parco Astronomico La Torre Del Sole
(Circolo Astrofili Bergamaschi)

NGC 7023 NEBULOSA IRIS

NGC 7023 una nebulosa diffusa visibile nella costellazione boreale di Cefeo.
Questa piccola nebulosa si trova a sud-ovest della stella β Cephei (Alfirk) .
Takahashi FSQ 106 EDXIII F3.6
CCD Moravian G2 8300
Montatura Skywhatcher AZEQ6
L 18x500"
RGB 8x500" x Canale
elab. Pixinsight 1.8, photoshop CS6
Ripresa Piani Dell'Avaro Cusio BG

Autore: Massimiliano Zulian Parco Astronomico La Torre Del Sole
(Circolo Astrofili Bergamaschi)

NGC 2237 NEBULOSA ROSETTA

La Nebulosa Rosetta è una vasta nube di gas e polveri che si estende per un'area di oltre 1 grado di diametro, circa cinque volte l'area coperta dalla Luna piena. Alle sue parti sono stati assegnati numerazioni NGC differenti: 2237, 2238, 2239 e 2246. All'interno della nebulosa è situato l'ammasso aperto NGC 2244, formato da giovani stelle formatesi recentemente dal materiale della nebulosa, le più brillanti delle quali la fanno risplendere eccitando gli atomi ad emettere radiazione.
La Nebulosa Rosetta è una delle nebulose più brillanti del cielo notturno; la sua posizione, ad appena 5° dall'equatore celeste, fa sì che possa essere osservata da tutte le aree abitate della Terra, dalla punta settentrionale della Penisola scandinava fino alla Terra del Fuoco, in Sudamerica.[3]

La posizione della nebulosa si individua con facilità, grazie alla presenza di alcune fra le stelle più brillanti del cielo: Betelgeuse e Procione; congiungendo la prima alla seconda con una linea immaginaria, la Nebulosa Rosetta si trova fermandosi a circa un terzo della distanza e muovendosi circa un grado e mezzo in direzione sud.[4]

L'osservazione della nebulosa in sé può presentare alcune difficoltà se si dispone di un classico binocolo 10x50: sebbene l'ammasso aperto associato si possa distinguere con facilità, nei campi stellari di questo tratto di Via Lattea, la nebulosità è visibile solo con determinate condizioni atmosferiche; in ogni caso, un cielo buio e nitido è fondamentale, anche se si dispone di strumenti più potenti. Un piccolo telescopio amatoriale è sufficiente per rivelarne la struttura, compresa la minore densità centrale attorno all'ammasso; strumenti potenti consentono di scorgere diverse venature scure, specie nel lato occidentale della nube. L'astrofotografia fornisce indubbiamente la maggior soddisfazione, dato che in foto si rivela perfettamente sia la nebulosa, che la gran parte delle strutture; non a caso si tratta di uno degli oggetti più fotografati del cielo.

Ripresa Lunedì 25 Gennaio
12 esposizioni da 1200 sec
Takahashi FSQ106 EDX III
Morvian G2 8300
Filtro H-Alpha 7 Nm
Massimiliano Zulian
Parco Astronomico la torre del sole
(circolo Astrofili Bergamaschi)

NGC 6888 Nebulosa Crescent in H_ Alpha

Ngc 6888 Crescent Nebula, nebulosa diffusa visibile nella parte meridionale della costellazione del Cigno, prova con riduttore di focale, quindi da 106 f5 a 106 F 3.6. Sei pose da 20 min H-Alpha
6x600 sec RGB
riprese dalle 2.30 alle 4.40 di mattina quando il cigno era alto in cielo.
Località: Grassobbio (Bg) il 24/05/2016
Strumenti:
-Takahashi Fsq 106 F 3.6
-Moravian G2 8300
-filtro H-Alpha 7 Nm.
RGB Astrodon
Elaboraz: Pixinsight 1.8

IC 5146 Nebulosa Cocoon

Ripresa effetuata sabato 13 Agosto Piani dell'Avaro Cusio BG

IC 5146 è un ammasso aperto legato ad una nebulosa diffusa visibile nella costellazione del Cigno-

Takahashi FSQ 106 F 3.6
Moravian G2 8300
Skywhatcher Azeq6

5 x 600 sec RGB

Elab. Pixinsight 1.8 photoshop.

IC 5146 Nebulosa Cocoon

Stessi dati Immagine precedente, praticamente un ritaglio sulla nebulosa
Bozzolo.

NGC 281 Nebulosa Pacman

Nebulosa Pacman nella costellazione di Cassiopea.

Ripresa eseguita Martedì 06/12/2016 dal Passo Del pertus BG

Takahashi FSQ 106 EDXIII
CCD Moravian G2 8300
Montatura SW AZEQ6

9 x 1200" H-Alpha
3 x 600" RGB per ogni singolo segnale

Elaboraz. Pixinsight 1.8

M78 Nebulosa nella costellazione di Orione

M 78 si individua molto facilmente, partendo dalla stella Mintaka, una delle tre stelle della cintura di orione, e spostandosi di 3° verso est e mezzo grado a nord. L'oggetto è anche alla portata di un binocolo 10x50, sebbene occorra un cielo molto nitido per la sua osservazione, come pure osservandolo con un telescopio da 60-80 mm di apertura; si vede invece molto ben chiaramente in un 140 mm, dove si mostra come una macchia ampia di colore grigiastro o azzurrognola e circondante una coppia di stelle .
Ripresa eseguta Sabato 21 Gennaio
Località Brumano valle imagna /Bergamo)

Takahashi FSQ 106 EDXIII
CCD Moravian G2 8300 Sbig 8300
Guida SX Lodestar x2
Montatura SW AZEQ6 e EQ6

Luminanza 20x600" Cortesia Efrem Frigeni
RGB 7x400" per singolo canale

Elab. Massimiliano Zulian
Pixinsight 1.8 Photoshop cc2015

Virtual Tour

virtualtour

Geolocalizzazione

Il Parco Astronomico Finalità ed obiettivi Organizzazione La storia Il Progetto Prisma
Come arrivare
Scuole Gruppi/Associazioni Pubblico Feste di compleanno CRE - GREST CAMPUS estivi
Cielo di Novembre
Eventi News
Il negozio Telescopi Binocoli Microscopi Libri Gadget e giochi scientifici Assistenza tecnica telescopi
Il Sole Luna Pianeti Stelle Nebulose Galassie Tour virtuale Astronomia e Arte Kenya - La Torre del sole all'equatore